Google+ Followers

giovedì 8 marzo 2012

La libertà del mio gatto


La libertà del mio gatto è la mia apprensione.
Decide di uscire la notte e non so mai se ritorna. Se però torna, la libertà del mio gatto è la sua decisione di occupare tutti gli spazi a lui graditi per dormire profondamente incurante di me.
La libertà del mio gatto, è decidere di voler mangiare a qualsiasi ora decida di svegliarsi, incurante del mio sonno. La libertà del mio gatto, è decidere di farmi le fusa e strofinarsi sulle gambe.
La mia libertà è non riuscire a fare a meno di accettare tutto ciò.
La mia libertà, è il confine che tutti i giorni mi pongo per cercare di non essere ripetitivo, petulante, noioso.
 La mia libertà, è non riuscirci sempre.
La mia libertà, è chiudermi in casa aspettando che passi.
La libertà, a ben vedere, è un po di spazio dentro ad un po' di tempo che ciascuno utilizza al meglio.
Ma questo il mio gatto, fa finta di non capirlo.

3 commenti:

  1. Libertà...ognuno la cerca, qualcuno la insegue con ostinazione, altri amano che gli venga negata.
    Stereotipi? Luoghi comuni? Forse...
    Ma la libertà e' insita in noi ed e' quel tempo che ogni tanto decidiamo di dedicarci e non importa esser soli o in compagnia, ciò che conta e' sentirsi liberi di essere, semplicemente se stessi.
    P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma secondo te può esistere chi ama che gli venga negata?

      Elimina
    2. Il mondo e' pieno di pazzi scatenati!!!

      Elimina

Scrivete qua il primo pensiero che vi è saltato in mente leggendo il post.