Google+ Followers

martedì 21 febbraio 2012

Esercitare le emozioni

Vengono qui a suonare. E qualcuno a provare i suoi spettacoli.
C'è chi fa teatro e chi solo musica ma c'è anche chi scarabocchia. A volte sui tavoli a volte sul muro dove un tempo c'era il telefono a gettone.
In tutti i casi, ciascuno lascia qualcosa di sé attaccato alle cose o più semplicemente sospeso nell'aria.
Ci sono dei giorni che dai tavoli sembra uscire, insieme all'odore del legno, una melodia.
Non sono mai solo e quando lo dico, molti se la ridono come fossi un vecchio pazzo.
Non importa. Ciò che conta veramente sono più solo le emozioni.
L'ho capito finalmente!
E le emozioni sono melodie che non si possono codificare ma solo ascoltare lasciandosi prendere, dal suono, dalle parole, da quell'alchimia che nasce quando le cose si creano e si creano tutti assieme, come una macchina muove ogni suo piccolo ingranaggio per diventare un solo andamento.

Tic tic tac il tempo piano se ne va
Tic tic tac quel che è stato non sarà
Tic tic tac strana gente questa qua
Non sono solo adesso


Nessun commento:

Posta un commento

Scrivete qua il primo pensiero che vi è saltato in mente leggendo il post.