Google+ Followers

giovedì 5 luglio 2012

Pensiero

Le favole vengono scritte per raccontare una realtà che si vorrebbe credibile e per sperare in un finale positivo e certo.
La vita invece scorre come in un parallelo sottotraccia che tutto ribalta, fino a che un giorno, quando meno te lo aspetti, entra qualcosa che non conosci nel paesaggio che ti sei costruito e lo confonde.
A volte è un gesto altre volte una persona, spesso un pensiero.
Un pensiero cui non davi importanza.
Un pensiero che come un suggeritore lontano, ti sussurra quelle nuove parole nell'orecchio e le fa rimbalzare tra i tuoi neuroni allineati sparpagliandoli come birilli di un boowling.
I pensieri sono la pietrina del tuo accendino e la fiamma, finche dura la benzina, i passi della tua strada.
Io so cosa mi fa paura ma non so mai quando questa paura si manifesta. E' il pensiero di questa paura che mi spaventa e rende immobile.
Un pensiero nuovo a volte è come uno spazzino dopo una festa,  sei stato bottiglia e coriandolo.
Quando arriva, un pensiero, lo accolgo come un amico ritrovato.

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivete qua il primo pensiero che vi è saltato in mente leggendo il post.